Sport

Se si dovesse ripartire, sarà applicato un criterio di gradualità. I campionati italiani allievi sono stati fissati per il weekend dal 17 al 19 luglio a Rieti

"Ciao ragazzi, non perdetevi d'animo".

Quando c'è da incoraggiare, da mandare un messaggio che inondi di positività, Tullio Frau è sempre in prima linea. Lui sa bene cosa vuole affrontare gli ostacoli: testa alta e avanti tutta per superarli. Parla la sua storia di vita. Ha perso la vista ma non la voglia e la forza di tenere sempre, e comunque, il telecomando della sua vita in mano.

In questo momento storico di difficoltà, contrassegnato dalla pandemia causata dal Coronavirus, Tullio ha voluto lasciare un altro segno del "si può fare". Quella sua corsa sul tapis roulant che ha allestito nella cantina di casa, vuole essere un simbolo della vita che va avanti, dell'importanza di reagire in attesa che tutto rientri nella normalità restituendo salute e libertà: "Fate come me. Se non avete il tapis roulant inventatevi qualcosa e fate movimento ma rimanete sempre a casa, così il lavoro dei molti volontari, sanitari e medici non sarà vano. E presto ne salteremo fuori".

Lui dice e fa, d'altra parte il suo motto - inciso anche nella canottiera che indossa mentre corre nel video che pubblichiamo - è "La volontà non ha barriere".

Contro questa anche il Coronavirus si fermerà.

Sospese la prima e la seconda tappa, verso la sospensione la terza di Porcia del 5 aprile, per mantenere la serie è necessario partire il 1° maggio con la prova di Casarsa