Diocesi

Il titolo della Giornata di quest’anno è "Costruire il futuro con i migranti e i rifugiati". tema scelto da Papa Francesco per la 108a Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato.
Sono 280 milioni le persone coinvolte nel fenomeno delle migrazioni. Sono vittime di oltre 30 guerre ancora in corso, vittime dei disastri ambientali, della fame, della tratta degli esseri umani, della violenza e di ogni forma di sfruttamento.

Guidata dal vicario generale don Roberto Tondato, lunedì 19 settembre, nella chiesa del Seminario è iniziata la "Tre giorni del Clero". Prima della meditazione del vescovo Giuseppe Pellegrini, sulla "Fratellanza sacerdotale", c’è stato un "saluto-testimonianza" di don Loris Vignandel, missionario in Mozambico, a Chipene.

"La nostra esperienza è stata dura e marcherà per sempre la nostra vita. Però noi siamo stranieri, bianchi: per questo tutto il mondo per un momento dà risalto a questa notizia. E rapidamente noi abbiamo raggiunto una posizione sicura. Possiamo ritornare a casa nostra. C’è un’infinità di gente che quotidianamente vive questa tensione e nessuno se ne dà pena. Sarà che questa è giustizia? La sfida della pace riguarda tutti"

Domenica 18 settembre, alle ore 16,15, nella concattedrale di San Marco di Pordenone il direttore artistico della manifestazione, il prof. Gian Mario Villalta, presenterà il libro "Gesù, il figlio del falegname. Due parole semplici sul Gesù storico", in dialogo con l’autore, il prof. d. Renato De Zan.

Il vescovo di Concordia-Pordenone, S.E. Giuseppe Pellegrini, affida i due sacerdoti diocesani fidei donum don Lorenzo Barro e don Loris Vignandel, al Signore e alla Madonna delle Grazie, patrona di Pordenone, che domani si celebra. Alla stessa affida l'anima di suor Maria De Coppi, che ha servito la missione con tanto generoso cuore

Riportiamo quanto scrive di suor Maria Coppi il settimanale diocesano L'Azione di Vittorio Veneto a firma del direttore don Alessio Magoga. Uniti nello sconforto, li ringraziamo per la condivisione

Era nato il 14 marzo a1937, si è spento il 26 agosto. E' stato a Porcia, a Cesarolo, a Marsure impegnato in santuario e a Poffabro. Tutte le località lo ricordano con un rosario: Porcia domenica 28 ore 19, Cesarolo lunedì 29 ore 19, Marsure pure lunedì ma ore 20 e martedì alle 10 i funerali a Marsure. poi proseguirà per il cimitero di Poffabro (nella foto don Sergio con l'autore del suo ricordo)

Tutti gli appuntamenti dal 10 agosto al 12 settembre. Sabato 13 agosto a Villotta di Aviano con il Vescovo Pellegrini alle ore 20.30; conferenza a Piancavallo il 21 agosto

In una cattedrale gremita di fedeli, S.Eminenza card. Marcello Semeraro ha presieduto la solenne celebrazione per il patrono della diocesi, Santo Stefano, affiancato da S.E. il Vescovo Pellegrini e una cinquantina tra sacerdoti e diaconi diocesani. Premiati con la Medaglia di Santo Stefano: Gabriella Sartori, Adriano Ferraro e Sante Rosalen

E' un tempo d'estate eccezionale quello dell'Ac diocesana: è il tempo dei campi scuola: ualche numero: tra il 18 luglio e il 21 agosto oltre al Campo biblico (1-7 agosto) e ai campi base destinati alla formazione degli educatori (15-22 agosto) sono stati programmati altri 9  campi estivi in 4 diverse località: Casa Alpina di Cimolais (la nostra storica casa), Tramonti di Sopra, Tramonti di Sotto e Forgaria.

A Pordenone è attivo lo sportello “Riparto”, promosso dalla Fondazione Well Fare per venire incontro alle persone che si trovano in una situazione di sovraindebitamento. Le situazioni di vulnerabilità sono trattate a partire dal sostegno emotivo, non in un’ottica assistenziale, ma attraverso il microcredito

Ricco di cinque anni di esperienza come "fidei donum", il missionario don Loris Vignandel è momentaneamente presente in diocesi (339.8241974). Accolto con gioia da numerosi gruppi, lieti di ascoltare le esperienze maturate, portando nel contempo notizie dell’altro sacerdote diocesano don Lorenzo Barro, col quale sta condividendo parte del cammino pastorale in Mozambico.