Speciali

In Italia, poi, la quota dei diabetici è lievitata, in questi decenni, dal 2,9 al 5,6 per cento di tutta la popolazione. E per la prima volta le persone in sovrappeso battono i sottopeso. Doppio campanello d'allarme.

Chiudono e scuole, aprono le parrocchie: tutti al Grest e senza compiti per casa. Gli animatori in diocesi sono circa un migliaio, i ragazzi più e più migliaia... Vediamo cosa accade nelle parrocchie di Pordenone

L’anno scolastico è agli sgoccioli... Tempo di bilanci? Sì ma alternativi. Oltre il bullismo c’è di più: istituti, classi, ragazzi e prof che lavorano, sperimentano, imparano. Come neanche immaginiamo. Eccone allora alcuni esempi

S.E. Paolo Bizzeti è il successore del Vicario di Anatolia, S.E. mons. Luigi Padovese, ucciso a Iskenderun il 3 giugno del 2010. Abbiamo parlato con lui del ricordo lasciato da mon. Padovese e della situazione dei cristiani in Turchia oggi

Gli incidenti sul lavoro si susseguono, anche vicino a noi. Per questo la Festa del lavoro targata 2o18 non può trascurare questo aspetto. A seguire i dati e gli ambiti più a rischio.

Solo un anticipo delle 4 interviste ai candidati del 29 aprile alla presidenza del Friuli Venezia Giulia (leggibili sul cartaceo oppure dal pdf del giornale per gli abbonati). La domanda delle domande: Pordenone cenerentola del Friuli? Ecco cosa hanno risposto a Il Popolo: Bolzonello, Ceccotti, Fedriga e Fraleoni Morgera

Due giorni, sabato 24 e domenica 25, tante visite possibili alle bellezze mai note del tutto del territorio. l'edizione 2018 delle Giornate di Primavera del Fai premia Sacile, Spilimbergo per il Pordenonese e la via fluviale del Lemene da Portogruaro-Concordia-Caorle per il Portogruarese

Fremono i lavori aspettando primavera. Nel Pordenonese sono circa 120 le aziende legate ai prodotti orticoli, solo una decina si dedicano alla floricultura, colpita più sensibilmente dalla crisi che ha fermato la cura ei giardini e la spesa per il verde pubblico.

Domenica 4 marzo si vota per il nuovo Governo. La legge elettorale è nuova, il Rosatellum; la scheda sarà diversa e ci sono nuove regole per il corretto esercizio di un diritto che è anche un dovere. Ecco le indicazioni utili per non commettere errori

I ragazzi a nuoto libero nella grande rete del web: ci sono vittime e qualche carnefice. C'è chi bullizza e chi è bullizzato. Un recente studio apre gli occhi sulla situazione. Allarmando sul silenzio di chi ha fatto brutte esperienze. E' emerso che: "il 25% dei ragazzi interessati dai rischi della rete (il 50% degli intervistati) non ne hanno parlato con nessuno: un terzo non fa nulla e aspetta che il problema si risolva da solo".