Pordenone
stampa

Pordenone, Estate in città: giovedì 29 agosto

L'Estate sta finendo... ma a Pordenone no. Ancora tante proposte per serate ricche di appuntamenti tra viste al museo, teatro, balli e suoni

Parole chiave: Pordenone (313), Estate in città (2)
Pordenone, Estate in città: giovedì 29 agosto

Giovedì 29 agosto
 ore 18.30, Museo Civico d’arte, Metti una sera a palazzo Ricchieri (prenotazione obbligatoria 0434520381 info.pordenone@promoturismo.fvg.it)
 ore 19, Vallenoncello, via Cargnel, località Dogana, acqua che viaggia
 ore 20.30 , piazzale Biblioteca Jolanda Turchet, Vintage Night
 ore 21, piazza Risorgimento, Giallo Mascagni
 ore 21, Parco IV Novembre, Miv Festival, Finger Food festival

Al Museo Civico d’arte - alle 18.30 come ogni giovedì fino a settembre – anche giovedì 29 agosto c’è la visita guidata “Metti una sera a palazzo Ricchieri” (prenotazione obbligatoria 0434520381 info.pordenone@promoturismo.fvg.it) a cura di Promoturismofvg, alla scoperta dei capolavori ivi racchiusi, a partire dalla opere di Giovanni Antonio de’ Sacchis. Palazzo Ricchieri è uno degli edifici più antichi di Pordenone, lasciato in eredità al Comune nel 1949 dal conte Lucio Ernesto Ricchieri di Sedrano, con l'impegno da parte dell’ente pubblico di adibirlo “ad uso biblioteca, pinacoteca, archivio”, nonché di “conservare all’immobile il nome di Casa Ricchieri”. Tra le caratteristiche più belle del palazzo si possono ammirare le storie affrescate di Tristano e Isotta (inizi sec. XV) e la serie di tavolette o cantinelle, già collocate originariamente come intertravi da soffitto, che illustrano, come in un grande fumetto, scene d’amore, di duello, di caccia, di vita sociale, legata alla traduzione locale dei grandi poemi delle Chansons de geste, e il meraviglioso bestiario medievale, composto da unicorni, draghi, serpenti volanti. Da non perdere anche il tesoro di San Marco, uno dei più pregevoli nuclei di oreficeria gotica in Friuli, e la sezione di sculture lignee: la Madonna con il Bambino della fine del XII secolo, proveniente dai dintorni di Aquileia, è un vero unicum, che illumina le nostre conoscenze sulla scultura romanico-gotica dell’intero Triveneto e dell’area alpina. Altro capolavoro è l’altare ligneo di Giovanni e Domenico Mioni da Tolmezzo, risalente all’anno 1509.
Giovedì 29 agosto alle 19.00 in località Dogana in via Cargnel a Pordenone (in caso di pioggia al Convento di S. Francesco alle 21.00) verrà presentato per la prima volta in città, all’interno della rassegna “Estate a Pordenone” del Comune di Pordenone, lo spettacolo “Acqua che viaggia”. Lo spettacolo, interpretato da Filippo Fossa e Paolo Mutti, diretti da Bruna Braidotti e accompagnati dalla musica di Nicola Milan che suona la fisarmonica ricostruita dai disegni di Leonardo da Vinci, si inserisce nel programma del progetto regionale “Le vie d’acqua: l’eredità di Leonardo” a cura della Compagnia di Arti e Mestieri, dedicato appunto al genio vinciano.
Si riflette, ma soprattutto si ride con Acqua che viaggia due narratori divulgatori si cimentano nel racconto dell'approccio di Leonardo alla conoscenza, frutto dell'esperienza e dell'osservazione della natura. Oggetto della divulgazione scenica è l'acqua ed i suoi diversi moti sia ai fini della navigazione che a scopi difensivi. Si passa così alle vie d'acqua vere e proprie dalla litoranea veneta alle vie d'acqua lombarde, al progetto per unire via fiume e canali l'Adriatico al Tirreno fino alla fantastica circumnavigazione del globo via fiume. Gli attori, seguendo in modo spassoso l'acqua nei suoi itinerari, coinvolgono il pubblico nel percorso di conoscenza e del sapere, lascito di Leonardo da Vinci ancora inascoltato. I testi dello spettacolo sono di Bruna Braidotti con la collaborazione e la consulenza di Giulio Ferretti, che cura la direzione artistica della rassegna. Precede lo spettacolo alle 18.00 una breve escursione, a cura dell’architetto Giulio Ferretti al porto fluviale di Pordenone, punto terminale della derivazione della litoranea veneta che permetteva di Ingresso libero. Per informazioni contattare lo 0434 40115.
Alle 20.30 il piazzale della Biblioteca Jolanda Turchet, per iniziativa de Il Circolo, si animerà con la Vintage Night: selezioni musicali di Matteo Mrs Boogie, balli dei Doo – Wop boogiedancers e bicchierata. Tutto in stile anni Cinquanta.
Dato il grande successo riscosso dallo spettacolo di fine anno della scuola di musica “L. Mascagni”, docenti e allievi propongono un concerto dal ritmo serrato e incalzante per una piacevole serata d’estate in città. Il pubblico potrà gustare il sottile piacere di provare tensione e paura avvolto dalle note di canzoni e colonne sonore di film e telefilm del genere giallo-noir. Il compito di rompere la tensione sarà affidato a due presentatori d’eccezione: Andrea Appi e Ramiro Besa, che guideranno la narrazione con il loro inconfondibile humor. L'’appuntamento è per giovedì 29 agosto in piazza Risorgimento alle 21.00
Seconda serata al Parco IV Novembre di Pordenone per il Miv festival sempre abbinato al Finger Food Festival, giovedì 29 agosto, alle 21. Protagonista sarà Peter Hook and The Light: il leggendario bassista dei Joy Division prima e dei New Order poi, sarà al Music in Village accompagnato dalla band con cui riporta in vita i successi internazionali delle storiche formazioni in cui ha militato fin dagli esordi: gli album Unknown Pleasures e Closer sono due vere proprie pietre miliari della musica rock-wave mondiale, come Movement e Power, Corruption & Lies e Technique lo sono per la musica elettronica. Il live sarà di una energia e carica incredibile e non lascerà delusi i suoi numerosissimi fan. Apriranno il concerto i Covent Garden oltre al dj set di Enrico Sist.

Pordenone, Estate in città: giovedì 29 agosto
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento