Pordenone
stampa

50° scomparsa di Lino Zanussi

Triplo appuntamento: il 18 una mesa di suffragio e un ocncerto, il 20 un convegno

Parole chiave: Zanussi (1), anniversario (2), Pordenone (131)
50° scomparsa di Lino Zanussi

Nel 50° anniversario della morte dell'imprenditore pordenonese Lino Zanussi (avvenuta il 18 giugno del 1968 nel tragico incidente aereo a San Sebastian in Spagna nel quale persero la vita anche altri suoi collaboratori), il Circolo Anziani Eletrolux Zanussi commemora la sua memoria con due appuntamenti.

Lunedì 18 giugno, alle 18 nella chiesa della parrocchia di San Francesco, viene celebrata dal parroco don Gianfranco Furlan l'annuale messa a suffragio delle vittime di quell'incidente a cui saranno presenti le autorità e i soci del Circolo. Nel corso della commemorazione vengono ricordati Antonino e Guido Zanussi e gli ex presidenti del Circolo: Domenico Modolo, Dino Zanzot, Alfio Bozzer e tutti i soci defunti.

Mercoledì 20 giugno, alle 18 nell'auditorium della Fiera di Pordenone, il Circolo sarà invece tra i relatori del convegno “Lino Zanussi lezioni per il futuro. Attualità di una grande impresa e di un grande imprenditore a cinquant’anni dalla scomparsa”. L'evento è organizzato dal Rotary Club Pordenone Alto Livenza, in collaborazione con il Comune di Pordenone, lo stesso Circolo Anziani Electrolux Zanussi, il Centro culturale Casa “A. Zanussi” di Pordenone, con il sostegno della Bcc Pordenonese. Al convegno, che è dedicato all'eredità imprenditoriale lasciata da Zanussi, interverranno Luigi Campello, presidente del Rotary Ckub Pordenone Alto Livenza e già manager Zanussi Electrolux, il rettore dell’università di Udine Alberto Felice De Toni, Roberto Pezzetta, storico designer di Zanussi ed Electrolux, don Luciano Padovese, iniziatore con Zanussi della casa dello studente, e Graziano Lazzarotto, già responsabile marketing di Electrolux. Modererà il direttore del Messaggero Veneto, Omar Monestier. A rendere omaggio all’imprenditore interverranno il sindaco di Pordenone Alessandro Ciriani, l’assessore regionale alle attività produttive Sergio Bini, il presidente di Unindustria Michelangelo Agrusti, il presidente della Bcc Pordenonese Walter Lorenzon, il presidente del Circolo Anziani del Lavoro Electrolux Zanussi, Corrado Cordenons, e Alvaro Cardin, ex sindaco di Pordenone.

E' invece organizzato dalla Storica Società Operaia in collaborazione con il Comune di Pordenone il concerto di lunedì 18 giugno, 20.45 in Duomo di Pordenone. "Ricordare Lino Zanussi è un atto doveroso da parte dell’intera città – commenta Alessandro Ciriani, sindaco di Pordenone – Il suo contributo deve rimanere nella memoria anche delle future generazioni». «Vogliamo donare alla città il ricordo di un uomo e di un industriale che ha portato il nome della nostra città e del Paese in tutto il mondo – aggiunge Rosa Saccotelli Pavan, presidente della Storica Società Operaia – L’auspicio è che l’intera città partecipi unita a questa commemorazione».

Per celebrarne la memoria è stata scelta una delle più significative partiture della storia della musica e dall’alto valore simbolico, la Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart, l’ultima opera scritta dal compositore austriaco. Sarà eseguita dalla Mitteleuropa Orchestra diretta dalla bacchetta di Eddi De Nadai, dal Coro del Friuli Venezia Giulia diretto dal maestro Cristiano Dell’Oste. Voci soliste sono quelle di Giulia Semenzato soprano, Lilija Kolosova mezzosoprano, Mirko Guadagnini tenore e Abramo Rosalen basso.Il concerto ha il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli, collaborazione della Mitteleuropa Orchestra e Coro Fvg, delle società Gsm e Itas Assicurazioni.

50° scomparsa di Lino Zanussi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento