Pordenone
stampa

Grossmann: a Israele serve un esercito ma più di tutto serve la pace

Lo scrittore parla del suo metodo di scrittura, della sua capacità di immedesimazione. Ma anche di Israele e delle elezioni appena avvenute

Parole chiave: Israele (1), Grossman (1), Pace (12)
Grossmann: a Israele serve un esercito ma più di tutto serve la pace

Lo scrittore deve avere due qualità: immaginazione e capacità di immedesimazione. Lui ne ha tanta: scrive mettendo come protagonisti bambini (Qualcuno con cui correre) o donne (anche nel libro che uscirà fra circa un mese). A Pordenoenlegge domenica 22 settembre ha spiegato come sia importante andare oltre se stessi, immaginare, provare a sentire quel che di epr sè non ci è possibile, a solo così usciamo da noi, apriamo i nostri orizzonti: altrimenti siamo solo "il poster di noi". Lasciarsi andare e sentire con la mente... 

Provocato dall'intervistatore Sinibaldi, ha risposto anche alle domande di politica dato che in israele si sono appena svolte elezioni poltiche che allontanano la possibilità della destra al potere in maniera egemonica ma al tempo stesso regalano il paese ad una sorta di stallo dato che la sinistra ha vinto di pochissimo. Le sue linee guida per il suo paese sono state comunque due: un esercito (non da usare ma pronto per un eventuale attacco) e il sogno dei sogni: la pace. E qui ci starebbe bene un: finalmente.

Grossmann: a Israele serve un esercito ma più di tutto serve la pace
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento