Cultura e Spettacoli
stampa

Pordenone, una mostra "rinfrescante" al Museo di storia naturale

Dal 4 al 28 luglio “Spitzberg, silenzio e solitudine” di Alain Santiago, immagini della fauna, flora e dei paesaggi delle isole Sylbard della Norvegia

Parole chiave: Museo (10), Pordenone (253), Mostra (32)
Pordenone, una mostra "rinfrescante" al Museo di storia naturale

Dal 4 al 28 luglio, al Museo di Storia Naturale in via della Motta si può visitare la mostra di fotografie naturalistiche “Spitzberg, silenzio e solitudine” di Alain Santiago. Sono esposte una cinquantina di immagini della fauna, flora e dei paesaggi che caratterizzano l’ecosistema delle isole Svalbard nell'Oceano Artico a settentrione della Norvegia. dove la Spitzbergen è
la più grande isola dell'arcipelago. A bordo della nave Plancius in servizio nell'arcipelago Alain Santiago ha circumnavigato le isole, immerse nel silenzio e nella solitudine, fotografando gli imponenti ghiacciai, le alte falesie dove nidificano migliaia di uccelli marini ma anche renne, volpi artiche e lungo le coste ghiacciate trichechi e orsi polari.
Sono esposte anche foto di brughiere tinte di rosso e verde incorniciate tre rocce, ghiacciai che si protendono verso il mare, grigi nuvoloni minacciosi mitigati dall’azzurro del cielo e dal giallo del tramonto e qualche rara costruzione testimonianza della presenza dell’uomo, evocando un suggestivo mondo di confine. Il viaggio di un fotografo naturalista in una terra lontana dove la natura è ancora incontaminata.
La mostra è promossa dall’Assessorato ala cultura del comune di Pordenone e dalla Fondazione Giovanni Santin onlus
E’ aperta da mercoledì a domenica dalle 15 alle 19 con ingresso gratuito

Pordenone, una mostra "rinfrescante" al Museo di storia naturale
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento