Attualità
stampa

Ccia Ud e Pn: quasi 16 mila imprese in rosa

Cresce la presenza di donne nelle società di capitali, come titolari e come cariche. Sfiora quota 16 mila, ma rispetto al 2014 calano del 2,2%.  Le imprese femminili sono più numerose nei servizi alle imprese, nell’ospitalità e ristorazione, nel primario e nel commercio.

Parole chiave: Imprese (1), Lavoro (11), Donne (16)
Ccia Ud e Pn: quasi 16 mila imprese in rosa

Nell’economia di Pordenone e Udine operano 15.591 imprese femminili. Rappresentano il 74,1% delle imprese femminili dell’intera regione e sono attive soprattutto nel servizi (7.103 imprese attive), nel commercio (dove operano 3.476 imprese attive, ossia il 22,3% dell’aggregato femminile) e nel primario, in particolare agricoltura, dove ci sono 3.578 imprese femminili (23% del totale).

 

I dati delle imprese

Come confermano i dati Infocamere elaborati dal Centro studi della Camera di Commercio di Pordenone-Udine, nel 2018, nelle due province, sono nate 1.139 imprese femminili (23 in più del 2017) e crescono, dal 2014 al 2018, le imprese femminili attive dei servizi: +5% i servizi alle imprese, +11,5% quelli alla persona. «E se questo è il volto positivo – commenta il presidente Giovanni Da Pozzo –, come positivo è anche il contributo femminile crescente nelle società di capitali, in cui la presenza di donne cresce sia come titolari di impresa (+16,2%) sia come titoli, ossia cariche e qualifiche ricoperti (+6,9%), il territorio friulano, nel periodo 2018-14 registra un calo delle imprese attive femminili: -2,2%». Questa diminuzione  è determinata dal comparto “agricoltura, silvicoltura e pesca”, che registra un -14%, e dal commercio (-5,3%).

 

Italia, Fvg, Pordenone-Udine.

Se complessivamente in Italia le imprese femminili registrate al 31 dicembre 2018 sono 1.337.359 e rappresentano il 22% del totale delle imprese, il Friuli Venezia Giulia fa leggermente meglio, attestandosi al 22,4%, che corrisponde a 23.043 imprese. Però, laddove i dati dei Registri delle imprese mostrano una presenza importante e crescente delle donne nel sistema italiano, con un aumento di quasi 35mila unità rispetto a dicembre 2014 – e pure nel Nordest nel suo complesso –, le imprese femminili in Friuli Venezia Giulia calano (-187 imprese tra 2014 e 2018, dovute a diminuzioni nelle province di Udine e Pordenone, compensati solo in parte dai segni più a Trieste e Gorizia) ed è un fenomeno che andrà approfondito nel tempo. Soffermandoci sempre a Pordenone e Udine, come detto, tra 2017 e 2018 sono invece nate 1.139 imprese femminili, 23 in più. Quanto allo stock, nel 2017 le imprese femminili erano 15.588 e nel 2018 15.591.

 

Caratteristiche delle imprese femminili in Fvg.

Sono guidate da under 35 il 10% delle imprese femminili nell'intera regione (2.114 imprese). Le femminili straniere sono poi 2.805 (il 13,4% di tutte le femminili) e quelle artigiane 5.074 (il 24,1%).

 

Occupazione femminile e divario di genere

Dal punto di vista occupazionale, i dati riguardano l’intero Fvg. Il tasso di occupazione per genere, nel 2017, era 73% maschile e 58,4% femminile, con 14 punti percentuali di stacco. Complementariamente, il tasso di disoccupazione era 5,6% maschile e 8,1% femminile (2,5 punti). Nel commercio e nei servizi dell’ospitalità quasi il 55% degli occupati è donna, negli “altri Servizi” il 55,7%. Le persone occupate a tempo parziale sono 98mila (quasi il 20% dell’occupazione complessiva) e l’80% di questi 90mila occupati a tempo parziale è donna.

Ccia Ud e Pn: quasi 16 mila imprese in rosa
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento