IL POPOLO - settimanale della Diocesi di Concordia -Pordenone
on line
 Home Page   Diocesi 
Diocesi   versione testuale
Due nuovi sacerdoti sabato 19 maggio a Concordia
Sabato, 19 maggio, alle 15:30, nella cattedrale S. Stefano di Concordia Sagittaria , il nostro vescovo, mons. Giuseppe Pellegrini ordina presbiteri don Luca Buzziol (25) e don Corrado Della Rosa (26)..
Don Corrado. Proviene dalla parrocchia di San Giorgio martire in Chions. Negli anni scorsi ha prestato servizio per il CDV e presso la parrocchia del Sacro Cuore (Pordenone). Ora si trova a Santa Maria Maggiore di Cordenons.
Don Luca. Originario de La Salute di Livenza (Parrocchia di Santa Maria della Presentazione), negli anni del seminario ha incontrato le comunità di Concordia, Porcia ed, ora, di Fiume Veneto.
 
NELLA CATTEDRALE
Nella cattedrale di Concordia i diaconi don Corrado e don Luca diventeranno presbiteri della nostra diocesi, nel luogo più pertinente. Ritornare a Concordia, dove la nostra chiesa ha preso il via tanti secoli fa, è riandare alle sorgenti per riprendere slancio e direzione, per rimanere se stessa eppure sapersi rinnovare. Lungo i secoli anche il sacerdote ha acquisito volti e compiti nuovi, distribuendosi per la diocesi ed entrando in contatto con varie realtà sociali e culturali.
Oggi gli viene chiesto di essere più attento alla sua persona che al suo ruolo, meno uomo di rappresentanza e più uomo di condivisione, non un leader ma un promotore di comunione, dedito alla programmazione ma più al contatto con la gente, impegnato a curare gli edifici che segnano la presenza della chiesa nei nostri paesi e città ma più esposto a far rivivere la memoria dell’azione dello Spirito nella vita degli uomini, singolarmente presi e in società.
I due nuovi presbiteri da qui ripartiranno, dopo il servizio svolto come diaconi (a Cordenons don Corrado e a Fiume Veneto e a Cimpello don Luca), per dedicarsi con più determinazione agli altri, facendo del Vangelo la loro vita e della chiesa la loro casa. A partire dal martirio dei primi nostri fratelli nella fede, quasi un auspicio a perseverare anche e soprattutto nei momenti più difficili. La fede non comporta la messa in vetrina delle nostre scelte ma il coraggio e la fedeltà di chi sa dirsi "Eccomi, manda me" o "Sono qui", come la cattedrale di Concordia che nel tempo non ha perso di forza e di bellezza e continua a raccontare tante vicende, personali e sociali, cariche di umanità e di speranza.
Di certo coraggio e fedeltà, ma anche la gioia di chi è parte di una promessa che non viene meno. Una volta che il vescovo ha imposto le sue mani sul capo di don Corrado e di don Luca, tale gioia è infatti strettamente collegata alle mani del Signor Gesù, salda come quella cattedrale ben impiantata che non teme il futuro, che anzi risuona di futuro.

don Giosuè Tosoni, Rettore del Seminario
  • Trenta religiosi CDD tra noi sui passi di Costantini
  • 24 ottobre: prolusione congiunta Issr e Ita a Portogruaro
    Pensatori e teologici russi con Michelina Tenace
  • Domenica 22 ottobre, comemnto di don Renato De Zan
    Le tasse a Cesare a Dio il mondo interiore
  • L'attualità del Cardinal Martini
    Roberto Laurita
  • Veglia missionaria: don Loris verso il Mozambico
    Leo Collin
  • Domenica 15 ottobre, commento di don Renato De Zan
    Il banchetto, simbolo dell’escatologia
  • Card. Costantini: verso la beatificazione
    Bruno Fabio Pighin
  • Domenica 8 ottobre, commento di don Renato De Zan
    La scelta: con Dio o autonomi da Dio?
  • 4 ottobre: appuntamento per il Creato
    In parrocchia San Francesco a Pordenone
  • Domenica 1 ottobre, commento di don Renato De Zan
    Non chi dice: "Signore, Signore", ma chi fa la volontà di Dio…
  • 30 settembre a Trieste per don Marcello Labor
    Ritrovo alle 17 santuario Monte Grisa
  • Domenica 24 settembre, commento di don Renato De Zan
    Pensiero umano e pensiero divino
  • Il Perdono
    mons. Renato De Zan
  • Inaugurato il nuovo anno pastorale
    La Chiesa diocesana coinvolge e anima
  • Domenica 3 settembre, comemnto di don Renato De Zan
    pensare secondo Dio non secondo gli uomini
  • Domenica 3 settembre: Giornata del creato
    Le iniziative in Diocesi: dal 31 agosto al 4 ottobre
  • Domenica 13 agosto, commento di don Renato De Zan
    L’aderenza alla realtà ed esperienza di Dio
  • Solennità dell'Assunta, commento di don Renato De Zan
    Maria Assunta è profezia della nostra Resurrezione
  • Intervista a S.E. Pellegrini: Dalle parrocchie alle unità pastorali
    Simonetta Venturin
  • Editto: ricerca materiale su Cels oCostantini
  •  [avanti >>]
    stampa questa pagina segnala questa pagina