Pordenone
stampa

Giardini terapeutici

I giardini fanno bene: da Villa Galvani al Cro di Aviano. Un incontro spiega il perché

Parole chiave: Rose (1), Giardini (1), Pordenone (22)
Giardini terapeutici

L’Associazione La Compagnia delle Rose di Pordenone, in collaborazione con il Comune di Pordenone – Assessorato alla Cultura e con GEA Spa, organizza mercoledì 11 aprile alle ore 16.45 presso l’Auditorium della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Pizzinato del Parco Galvani a Pordenone un incontro con gli architetti Annalisa Marini e Mauro Da Pieve, che parleranno sul tema “I giardini terapeutici”. I due architetti svilupperanno il tema del “verde e benessere” spiegando cosa si intende per “Giardino terapeutico”, quali energie ci possano trasmettere piante e fiori per il nostro benessere psicofisico, quali sono i concetti base per progettare un giardino terapeutico. Saranno inoltre mostrati diversi esempi di giardini terapeutici realizzati in Italia e all’estero. Ricordiamo che presso il CRO di Aviano, nell’area antistante l’ingresso, è in fase di completamento la realizzazione del giardino con finalità terapeutiche denominato “Millepetali”. Un lavoro impegnativo che ha visto l’adesione e la collaborazione, con donazioni di materiali e lavorazioni, di molte ditte e soggetti privati che hanno creduto in questa iniziativa, nella convinzione che i fiori, e in particolare le rose, hanno effetti positivi sul benessere fisico e sulla psicologia delle persone che vi si avvicinano. Durante l’incontro dell’11 aprile sarà dato un aggiornamento sul completamento dei lavori al giardino “Millepetali” che la Compagnia delle Rose dona al CRO di Aviano e che sarà inaugurato il prossimo 24 maggio.

Giardini terapeutici
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento